Tipi di trattamento

Il trattamento fondamentale: l’autotrattamento

autotrattamento Reiki

Il Reiki è prima di tutto una tecnica di autoguarigione, significa che è possibile trattare se stessi in qualunque momento dato che abbiamo le mani sempre con noi! Visto che l’energia proviene dall’esterno ci si può autotrattare anche in presenza di gravi patologie, questo è un vantaggio che molte altre tecniche non hanno, i pranoterapeuti per esempio non possono trattare loro stessi.

E’ vero che semplicemente appoggiandole su una qualunque parte corpo il Reiki andrà dove serve e quanto serve per il massimo bene della persona, però è anche vero che questo significa andare passivamente dietro alle emergenze. Per il benessere generale è fondamentale prevenire invece che curare: è importante far fluire l’energia anche sui più piccoli squilibri energetici prima che si manifestino a livello fisico.
Nell’autotrattamento si posizionano le mani su alcuni punti particolari del corpo per essere sicuri di riequilibrare e regolarizzare la circolazione energetica in tutte le aree, anche laddove ci sono squilibri minori, il Reiki passerà per forza dove si poggiano le mani e poi andrà lo stesso dove serve.

 

Chi pratica Yoga conosce bene tali punti, sono i sette Chakra, ma anche secondo la medicina tradizionale sono fondamentali: corrispondono alle ghiandole principali del sistema endocrino e vi sono localizzati i plessi nervosi…regolano tutto l’organismo, a livello fisico, mentale e spirituale.
Le mani vanno tenute un minimo di tre minuti per Chakra, sulla parte frontale del corpo, per un totale di ventuno minuti, i benefici sono direttamente proporzionali alla pratica, ma più si tengono meglio è!

 

Trattamento veloce

trattamento veloce Reikitrattamento Reiki veloce

Il trattamento veloce è un modo molto efficace per trattare gli altri quando si ha poco tempo, si può eseguire con il ricevente seduto, in piedi ed è molto indicato per riequilibrare una persona allettata posizionandola su un fianco.

Le mani vanno poste “a panino” (su entrambi i lati del corpo) in corrispondenza dei Chakra ma questa volta per non più di due minuti perché il trattamento risulta essere molto intenso. Non ci sarà l’effetto riposante e rilassante ma a livello energetico la persona verrà velocemente riequilibrata.

E’ l’ideale per ottimizzare i tempi quando l’altra persona non ha un’ora a disposizione per ricevere il trattamento completo ma ha bisogno di un riequilibrio veloce, per esempio basta pensare a quanto sono brevi gli orari di visita negli ospedali.

 

Trattamento completo di Reiki

Il trattamento completo viene fatto ad un altra persona ed ha una durata di circa un’ora. Solitamente il ricevente resta comodamente sdraiato su un lettino da massaggio, mezz’ora sulla schiena e l’altra mezz’ora a pancia in giù. L’operatore appoggerà le mani, o le terrà lievemente sollevate, non solo sui sette Chakra ma uniformemente su numerosi punti lungo tutto il corpo, in genere tre minuti a posizione. Non c’è alcun bisogno di spogliarsi per ricevere un trattamento Reiki, qualunque capo d’abbigliamento si indossi, perchè il Reiki passa attraverso tutti i materiali…a meno che non si porti un’armatura di metallo!!

Si inizia dalla testa (sommità del capo, occhi, tempie, nuca, gola), per passare al tronco (cuore, fegato, milza, plesso solare, addome e così via…), poi tutta la schiena e infine le gambe (cavo popliteo, piedi). Questo è il trattamento standard che però può essere modificato secondo le necessità del ricevente. L’importante è prendersi cura…spesso le persone si avvicinano al Reiki dopo aver ricevuto un trattamento completo: è un momento di rilassamento profondo, di benessere psico-fisico, di sollievo da ansia e stress, di riequilibrio completo…e anche una pausa dalla frenesia del mondo moderno.

Trattamento reiki completoTrattamento reiki completo

Per ulteriori informazioni o per richiedere un trattamento Reiki di prova inviare una mail a segreteria@reikiespirito.net

Condividi:
codice